In Germania i concertisti battono i calciatori

In Germania la stagione musicale 2015/16 ha fatto registrare 18milioni e 200mila spettatori, ovvero circa il 40% in più rispetto alle presenze conteggiate negli stadi calcistici. Come dire: i grandi concertisti sono più popolari delle star del pallone. Almeno in terra teutonica. Il dato è stato diffuso dall’associazione delle orchestre tedesche, DOV – Deutsche Orchester-Vereinigung.
L’AUMENTO DEI CONCERTI E LA PASSIONE DEGLI UNDER 30. La DOV ha anche affermato che il numero dei concerti nell’annata scorsa è aumentato complessivamente del 10%: sono stati ben 38.000 gli eventi di classica andati in scena, di cui 5.800 di musica sinfonica e corale. Ma è un’altra la statistica che stupisce favorevolmente: gli spettatori di età compresa tra i 20 e i 30 anni hanno superato numericamente quelli della fascia tra i 50 e i 60. Insomma: è essenzialmente ai giovani che si deve il recente boom della grande musica in Germania.
GERMANIA-CREMONA: UN PONTE FATTO DI MUSICA. Un altro dato, stavolta fornito dal sito Statista.com, risulta particolarmente rilevante: sono più di 8 milioni i tedeschi che si dichiarano molto interessati ad ascoltare musica classica, concerti di pianoforte e sinfonici. Una cifra che spiega e legittima il feeling fra l’universo musicale tedesco e Cremona Musica: la manifestazione che va in scena ogni anno nella città di Stradivari e Amati, Monteverdi e Ponchielli, accoglie il 20% di espositori provenienti della Germania (con una significativa rappresentanza dalla Baviera), a cui vanno aggiunti migliaia di appassionati che giungono in terra cremonese sia per ammirare i grandi strumenti in mostra che per partecipare ai numerosi eventi culturali (non solo concerti, ma anche masterclass e seminari) organizzati nell’ambito della rassegna musicale. L’appuntamento per il 2017 è dal 29 settembre al 1 ottobre.